M5S, Di Maio senza rivali. Si sfilano Di Battista e Fico

Italia, Lunedì 18 Settembre 2017 - 18:27 di Redazione

Luigi Di Maio corre da solo nelle primarie pentastellate. Alle ore 12 è scaduto il termine per la presentazione e l'accettazione delle candidature alle primarie online M5S in vista delle prossime Politiche. E, al momento, l'unico candidato sembra essere il vice presidente della Camera. E' l'unico, infatti, che, finora, ha annunciato la sua discesa in campo: nessun altro possibile avversario tra i big lo ha fatto.La cosa non esclude che qualcuno possa aver presentato la sua candidatura senza averlo annunciato, come ha fatto Di Maio, con un post su Facebook, ma l'ipotesi che il frontman del Movimento sia l'unico a correre al momento resta la più probabile. Sicuramente sarà l'unico dei big."Io della questione della candidatura a premier ne parlo solo a Italia 5 Stelle, per ora sono impegnato in Sicilia per sostenere Giancarlo Cancelleri a governatore. Dobbiamo vincere in questa Regione e come primo atto dobbiamo tagliare vitalizi e stipendi. Di tutto il resto parlerò sabato a Italia 5 Stelle. Parleremo tutti lì", dice Di Maio sulla sua candidatura a premier a margine di un incontro a Catania.Ad una manciata di minuti dalla scadenza del termine, un suo possibile avversario, Alessandro Di Battista, ha comunicato via facebook che non correrà alle primarie. 

Non presentarsi alle primarie per la candidatura a premier del M5S e far apparire Luigi Di Maio plasticamente come un "highlander": è questa, si spiega nel fronte degli ortodossi, la linea preponderante che emerge, alla scadenza del termine per la candidatura, nell'ala interna al M5S. Una linea che implica la rinuncia a presentarsi di tutti i "big" ortodossi, a cominciare da Roberto Fico e Nicola Morra. Fico, peraltro, era atteso all'hotel Forum dove da ieri sera soggiorna Beppe Grillo ma, al momento, non si è ancora palesato. Sulla scelta di Fico di non presentarsi, tra gli ortodossi, nessuno ha dubbi. "Roberto è una persona di parola", spiega un esponente M5S. Tuttavia, tra loro non c'è la certezza che tale linea sia condivisa dall'intero fronte. "Non sono stati sentiti tutti coloro che credo condividano i nostri valori", spiega una fonte. Il dubbio che serpeggia, infatti, è che prima dell'ufficializzazione della lista dei candidati qualcuno, tra i "duri e puri", sia stato convinto a scendere in campo per "salvare" il senso della competizione.Intanto Beppe Grillo è a Roma dove dovrebbe incontrare alcuni esponenti del Movimento. Chiuso nella stanza dell'hotel Forum da ieri sera, Grillo si è presentato da "carcerato" scherzando con i cronisti che, numerosi, lo attendono davanti all'ingresso dell'albergo. Grillo, senza parlare, ad un tratto ha aperto la finestra della sua stanza situata al secondo piano dell'edificio calando la corda fatta da due lenzuola legate ad immagine della sua "detenzione" nell'albergo.

Ansa



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code