Manovra: verso un aumento della busta paga dei presidi. De Vincenti, sgravi assunti a Sud

Italia, Giovedì 05 Ottobre 2017 - 15:42 di Redazione

La busta paga dei presidi potrebbe aumentare, almento per quanto riguarda la parte fissa della retribuzione.  Si va verso una riduzione della forbice tra la la paga base dei capi d'istituto e quella degli altri dirigenti della Pubblica Amministrazione, visto che oggi quella dei manager della scuola è nettamente inferiore a quella del resto. Si sta cercando di trovare una soluzione alla questione, un riequilibro nei trattamenti, nella prossima legge di Bilancio.Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, parlando alla presentazione del rapporto dell'Ocse sulle competenze, è tornato a sottolineare che le risorse sono limitate. "Insisto su questo - ha rilevato - perché è mio dovere come ministro dell'Economia, ma ci sono margini importanti che vanno usati con oculatezza", tendendo conto di una "prospettiva di medio termine". Presente anche lui all'illustrazione del rapporto dell'organizzazione parigina, il ministro per la Coesione Claudio De Vincenti ha spiegato che si sta  ragionando sulla possibilità di prolungare all'anno prossimo lo sgravio al 100%", per le assunzioni al Sud, "questo è l'obiettivo".E si studiano anche più incentivi alla produttività. "Stiamo continuando a riflettere sul legame tra salario e produttività e sui meccanismi per incentivarlo - ha detto il viceministro dello Sviluppo Economico, Teresa Bellanova-. Quindi più formazione tecnica, aziendale e manageriale e maggiore riconoscimento salariale degli incrementi di produttività". Si starebbe quindi valutando un ritocco, un ulteriore innalzamento, delle soglie a cui attribuire una detassazione. 

Ansa



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code