Champions, Barcellona Juventus 0-0, bianconeri in semifinale

Italia, Giovedì 20 Aprile 2017 - 08:21 di Redazione

Finisce con Neymar in lacrime al centro del Camp Nou l'avventura Champions del Barcellona. Mentre tutto lo stadio festeggiava la squadra, e i 5.000 tifosi juventini cantavano per la loro squadra in semifinale, il brasiliano e' scoppiato in un pianto dirotto, consolato dal suo ex compagno di squadra Dani Alves."C'è da fare i complimenti alla squadra per quello che stanno facendo, è stata una partita molto bella contro un avversario di grandissimo livello. Non abbiamo sfruttato delle occasioni a campo aperto, la semifinale è un passaggio verso Cardiff, non un traguardo". Lo ha detto Massimiliano Allegri, a Mediaset premium, parlando della qualificazione alla semifinale di Champions della Juve. "Il Barcellona per due partite non ha fatto gol, complimenti ai ragazzi, che hanno peraltro ancora margini di miglioramento - ha sottolineato il tecnico -. Non dobbiamo esaltarci, ma avere entusiasmo. Siamo nel momento-clou della stagione e non bisogna mollare niente. I ragazzi hanno grande senso di responsabilità. Dobbiamo migliorare nella gestione del pallone, anche se stasera non era facile. Ci voleva una grande Juve per passare"."Ringrazio Dio per questa qualificazione: abbiamo giocato da grande squadra, soffrendo e sacrificandoci come serviva". Cosi' Juan Cuadrado esulta, a Mediaset, per il passaggio in semifinale di Champions contro il Barcellona. "Real o Atletico? Chi verrà verrà, ora: l'importante era qualificarsi, e lo abbiamo fatto meritandolo".

"La Juve adesso mette paura. Bisognerebbe chiedere alle nostre avversarie chi non vuole incontrarla in semifinale. Il nostro obiettivo è andare in finale". Lo ha detto Leonardo Bonucci, dopo lo 0-0 col Barcellona. "Sapevamo che venivamo a giocare la partita rischiando,siamo stati bravi a rimanere uniti e compatti - ha aggiunto a Mediaset - Merito della grande corsa degli esterni, è stata una grande prova di sacrificio e umiltà. La qualificazione col Barca conferma che siamo una grande squadra". "Dovevamo fare meglio nelle ripartenze - la conclusione di Bonucci - abbiamo regalato qualche pallone di troppo. La partita era difficile farla diversamente. Siamo stati bravi a coprire tutti gli spazi. C'è da solo applaudire questa Juve"."Questo è il calcio, noi abbiamo pensato a giocare velocissimi, puntando la porta, ma è mancata un po' di lucidità negli ultimi metri. Si è vista una partita bella, fra due grandi squadre. Complimenti alla Juve. Quando uno non si arrende fino all'ultimo minuto e i tifosi ti spingono fino all'ultimo, questa è la conferma che siamo partiti per vincere sempre, ogni titolo". Lo ha detto Luis Enrique, dopo l'eliminazione contro la Juventus, in Champions, parlando a Mediaset premium. "La Juve ha un grandissimo allenatore, ha grandi campioni, ha tutte le possibilità di vincere, ma altre squadre pensano di fare lo stesso", ha aggiunto.

Monaco altri 3 gol, Dortmund fuori - Il Monaco conquista la semifinale di Champions contro ogni pronostico, ma esprimendo un gioco frizzante, divertente, a volte anche irresistibile. E non è la prima volta. La squadra allenata dal portoghese Leonardo Jardim, dopo essersi imposta per 3-2 a Dortmund, nella sfida contro il Borussia funestata dalle esplosioni che hanno coinvolto il pullman dei tedeschi, nello stadio Louis II, stasera ha bissato il successo dell'andata grazie alle reti di Mbappe dopo 3' e Radamel Falcao, servito da Lemar, al 17'. L'uno-due nella porta di Burki ha tolto ogni speranza ai gialloneri che escono dal torneo. Inutile la rete di Reus dopo 3' del secondo tempo. Il 3-1 finale e' stato siglato da Germain al 36'. Alla partita, fra gli altri, ha assistito anche Vincenzo Montella: l'allenatore del Milan si è scomodato per vedere all'opera l'attaccante Aubameyang, oggetto del desiderio della nuova dirigenza rossonera e dello stesso tecnico. Dopo avere estromesso dalla competizione il Dortmund, adesso i monegaschi aspettano di conoscere il nome dell'avversaria da affrontare in semifinale. Il sorteggio per gli accoppiamenti è in programma alle 12 di venerdì, nel quartier generale dell'Uefa, a Nyon, in Svizzera. Non ci saranno teste di serie e le squadre appartenenti alla stessa federazione potranno affrontarsi. In teoria, dunque, potrebbero trovarsi di fronte Atletico Madrid e Real Madrid, le due squadre finaliste dell'ultima edizione della Champions, a Milano. Le semifinali sono invece in programma il 2 e 3 maggio (andata), il 9 e 10 maggio (ritorno). La finale si disputerà a Cardiff, sul terreno del Millennum stadium, sabato 3 giugno



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 00951000793 Mediagraf
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code